Biblioteca Magica del Popolo


Otto secoli di libri di magia ad accesso libero.
2616 documenti da leggere e scaricare.

Cerca un documento

Sostieni la Biblioteca!

Scovare nuovi libri, catalogarli e commentarli per consentirti di accedervi gratuitamente richiede un enorme impegno. Se vuoi sostenere questo progetto, considera l’idea di fare una donazione di qualunque importo usando questo pulsante:

1-3 di 3 documenti pubblicati nel 1634
John BATE

The Mistery of Art And Nature

Thomas Harper for Ralf Mabb, London 1634.

Curioso e variegato libro diviso in quattro sezioni dedicate rispettivamente ai macchinari idraulici, ai fuochi artificiali, alle tecniche di disegno e a varie stravaganze fisico-chimiche. Quest'ultima una miscellanea di fisica e chimica ricreativa e contiene ricette ed esperimenti utili e curiosi. Il libro ha una certa rilevanza per i punti in comune con il pamphlet The anatomie of legerdemain pubblicato da tale Hocus Pocus Junior, con cui condivide editore, committente, anni di pubblicazione delle prime due edizioni (1634 e 1635) e una identica impostazione tipografica e lessicale.

HOCUS POCUS JUNIOR

The anatomie of legerdemain

T. Harper, London 1635 (I ed. 1634).

Seconda edizione del primo libro inglese interamente dedicato all'illusionismo. Pubblicato a Londra, conteneva la descrizione di numerosi effetti magici - tra cui il gioco dei tre bussolotti. Il vero "Hocus Pocus" era un illusionista londinese chiamato William Vincent che si esibiva presso la locale fiera di San Bartolomeo. La firma "Hocus Pocus Junior" era probabilmente un riferimento ironico a Vincent, e il libro veniva venduto presso la stessa fiera. Il titolo effettivo del libro era "Anatomia della prestigiazione", e tra gli effetti magici descritti spiccavano alcune vere e proprie perle, ancora in uso nei teatri contemporanei. Al capitolo intitolato "Come capire se una moneta lanciata in aria sia testa o croce dal suono che produce" il libro descriveva un effetto di mentalismo la cui narrativa teatrale suonerebbe ancora oggi verosimile. E' disponibile anche la terza edizione (1638).

HOCUS POCUS JUNIOR

The anatomie of legerdemain

I.D. for R.M., London 1638 (I ed. 1634).

Terza edizione del primo libro inglese interamente dedicato all'illusionismo. Pubblicato a Londra, conteneva la descrizione di numerosi effetti magici - tra cui il gioco dei tre bussolotti. Il vero "Hocus Pocus" era un illusionista londinese chiamato William Vincent che si esibiva presso la locale fiera di San Bartolomeo. La firma "Hocus Pocus Junior" era probabilmente un riferimento ironico a Vincent, e il libro veniva venduto presso la stessa fiera. Il titolo effettivo del libro era "Anatomia della prestigiazione", e tra gli effetti magici descritti spiccavano alcune vere e proprie perle, ancora in uso nei teatri contemporanei. Al capitolo intitolato "Come capire se una moneta lanciata in aria sia testa o croce dal suono che produce" il libro descriveva un effetto di mentalismo la cui narrativa teatrale suonerebbe ancora oggi verosimile. E' disponibile anche la seconda edizione (1635).

1-3 di 3 documenti pubblicati nel 1634