Biblioteca Magica del Popolo


Otto secoli di libri di magia ad accesso libero.
2089 documenti da leggere e scaricare.

Cerca un documento

Sostieni la Biblioteca!

Scovare nuovi libri, catalogarli e commentarli per consentirti di accedervi gratuitamente richiede un enorme impegno. Se vuoi sostenere questo progetto, considera l’idea di fare una donazione di qualunque importo usando questo pulsante:

1-8 di 8 documenti nella categoria “Bussolotti”
Eddie JOSEPH

A practical lesson in cups and balls

HOCUS POCUS JUNIOR

The anatomie of legerdemain

T. Harper, London 1635 (I ed. 1634).

Seconda edizione del primo libro inglese interamente dedicato all'illusionismo. Pubblicato a Londra, conteneva la descrizione di numerosi effetti magici - tra cui il gioco dei tre bussolotti. Il vero "Hocus Pocus" era un illusionista londinese chiamato William Vincent che si esibiva presso la locale fiera di San Bartolomeo. La firma "Hocus Pocus Junior" era probabilmente un riferimento ironico a Vincent, e il libro veniva venduto presso la stessa fiera. Il titolo effettivo del libro era "Anatomia della prestigiazione", e tra gli effetti magici descritti spiccavano alcune vere e proprie perle, ancora in uso nei teatri contemporanei. Al capitolo intitolato "Come capire se una moneta lanciata in aria sia testa o croce dal suono che produce" il libro descriveva un effetto di mentalismo la cui narrativa teatrale suonerebbe ancora oggi verosimile. E' disponibile anche la terza edizione (1638).

Jacques OZANAM

Récréations mathématiques et physiques, nouvelle edition

Vol. 4, Claude Jombert, Paris 1723 (I ed. 1694).

Quarto volume dell'edizione riveduta e corretta dell'enciclopedia scientifica di Jacques Ozanam dedicata alle "ricreazioni matematiche e fisiche" (Prima edizione: Vol. 1, 1696 | Vol. 2, 1696). Rispetto alla prima edizione contiene due capitoli inediti, uno dedicato ai fosfati e alle lampade perpetue, l'altro al gioco dei bussolotti e a numerosi effetti illusionistici. Sono disponibili anche gli altri tre volumi (Seconda edizione: Vol. 1, 1723 | Vol. 2, 1723 | Vol. 3, 1723).

Edme-Gilles GUYOT

Nouvelles récréations physiques et mathématiques

Vol. 3, Gueffier, Paris 1786 (I ed. 1769).

Volume 3 della seconda edizione del monumentale trattato di scienza dilettevole di Edme-Gilles Guyot, presenta numerosi giochi di prestigio - alcuni basati su trucchi matematici, altri sulla manipolazione e altri su elaborati principi che sfruttano le carte da gioco. Oltre 30 pagine sono dedicate al gioco dei bussolotti e alle sottigliezze necessarie per eseguire ciascuna mossa in modo illusivo. "La carte pensée au nombre" è uno dei primi esempi in letteratura dell'effetto magico Any Card at Any Number.

Edme-Gilles GUYOT

Nouvelles récréations physiques et mathématiques

Vol. 1-3, Paris 1799 (I ed. 1769).

Terza edizione del monumentale trattato di scienza dilettevole di Edme-Gilles Guyot in tre volumi, il terzo della serie presenta numerosi giochi di prestigio - alcuni basati su trucchi matematici, altri sulla manipolazione e altri su elaborati principi che sfruttano le carte da gioco. Oltre 30 pagine sono dedicate al gioco dei bussolotti e alle sottigliezze necessarie per eseguire ciascuna mossa in modo illusivo. "La carte pensée au nombre" (p. 238) è uno dei primi esempi in letteratura dell'effetto magico Any Card at Any Number.

Manuel des sorciers

Ferra Jeune, Paris 1825.

Sesta edizione di un manuale di illusionismo francese stracolmo di idee interessanti e molto innovative per l'epoca. Nel paragrafo "Mémoire artificielle" (pp. 206 e segg.) viene descritto il classico metodo per memorizzare velocemente lunghe sequenze numeriche; curiosa la scelta del termine "artificiale", dal momento che il metodo coinvolge solo ed esclusivamente la memoria. La seconda parte del libro presenta una rassegna di giochi di società e relative penitenze. A p. 147 è descritto un gioco che consiste nell'uccidere un piccione colpendo la sua ombra. A p. 156 spiega il metodo per resistere a una scarica di proiettili. A p. 191 il gioco "Les aveux" si presta a infinite varianti e nella versione proposta ha una trama particolarmente romantica. A p. 202 descrive il noto paradosso delle aree che spariscono: il problema si intitola "Da un pezzo di carta di 30 quadretti, ottenerne uno di 32 quadretti".

ALCIFRONE

“Napaeus to Creniades”

Alcifron, literally and completely translated from Greek, The Athenian Society Athens 1896.

Nella lettera #20 "Napeo a Creniade" lo scrittore greco Alcifrone descrive una routine con i bussolotti eseguita con dei piccoli sassi.

Tony SHIELS

The Expert Escamoteur's Equipment

2006 (I ed. 1966).

Raccolta di articoli sulla storia dei bussolotti pubblicata nel 1966 su Linking Ring, ora in formato ebook di libera circolazione.

1-8 di 8 documenti nella categoria “Bussolotti”