Blurb

Hanno scritto a proposito di L’arte di stupire...

laquo;Dalla soglia invisibile di un museo delle meraviglie privo di pareti, Tomatis e Buscema indicano l’orizzonte e annunciano un nuovo mattino dei maghi. Quei maghi, ci dicono, non saranno un’élite: quei maghi saremo noi, noi tutti, nessuna casta sapienziale, nessun superuomo, magia al popolo! Fuori dagli spazi ristretti dei teatri e dei club, fuori dalla scatola sempre meno magica della TV, fuori dagli antri degli scuroveggenti e dei paragnosti figli di paragnosti, incanto e consapevolezza possono e devono unirsi, per arricchire di vita la vita, per danzare con undici gambe, per raccontare e far vivere storie con ogni mezzo necessario.» (Wu Ming)

laquo;L’arte di stupire è un’opera originalissima, che introduce una prospettiva magica nella vita quotidiana. Avrebbe potuto essere scritta nel Medioevo, ma le sarebbe mancato il supporto delle scienze moderne che gli autori sintetizzano così bene. Scritta oggi può beneficiare della profonda conoscenza storica e filosofica che Tomatis e Buscema portano all’argomento. In ogni caso, ora che questo libro è stato scritto, per il lettore la vita non sarà mai più noiosa.» (Mihaly Csikszentmihalyi, autore del best seller Flow, teorico della psicologia della felicità)

laquo;L’arte di stupire è un libro che fa quel che promette: riempie la mente di meraviglia e stupore. Distillando l’arte delle esperienze magiche, Ferdinando e Mariano hanno fatto un lavoro egregio. Leggerlo è stato una favola!» (Jason Silva, videomaker e conduttore TV)

laquo;Fatevi guidare da Buscema e Tomatis attraverso quel mondo di inganni, scherzi, trucchi e alternate reality games in cui siete immersi a vostra insaputa. L’arte di stupire non solo seduce con l’idea che sia possibile incontrare la magia nella vita quotidiana, ma consente di acquisire strategie con cui modellare voi stessi nuove burle. Leggendo questo libro, sarete voi a progettare il vostro prossimo divertimento.» (Charlie Todd, Fondatore Improv Everywhere)

laquo;Siamo tutti in cerca di un libro in grado di svelarci i misteri dell’esistenza. Leggere L’arte di stupire è stato come aprire una finestra su tali misteri, e ho sentito il cuore battere più velocemente man mano che ne voltavo le pagine. Questo libro è una specie di “scatola magica” ricolma di preziosi segreti che non appartengono solo ai maghi, ma anche agli individui che nella nostra società sono capaci di evocare meraviglia con l’uso di tecnologie antiche e moderne. Al lettore in grado di coglierlo, questo libro spalancherà infinite possibilità. (Se non senti il battito del cuore accelerare mentre leggi queste parole, lascia pure perdere questo libro. Se invece lo senti, allora acquistalo immediatamente. Hai una missione da portare a termine.)» (Keri Smith, designer, autrice di Questo non è un libro)

laquo;L’Arte di Stupire sintetizza perfettamente l’approccio che anima lo spirito ed il lavoro della nostra Academy, volto a rendere magica l’esperienza dei clienti Ferrari. Questo libro è un vero e proprio trattato di ingegneria della meraviglia, grazie al quale potrete scoprire alcuni dei segreti che utilizziamo per rendere la magia un driver del nostro successo, e guiderà anche voi su nuove strade per conquistare e stupire i vostri clienti.» (Oreste Cappiello, Head of Ferrari Academy, Ferrari SpA)

laquo;Mariano e Ferdinando combinano molteplici qualità apparentemente paradossali. Sono maghi dotati di abilità da scienziati, con la capacità di mettere in scena esperienze teatrali degne di Robert Wilson. L’arte di stupire ci fa percepire l’esistenza di infinite possibilità ludiche, spiegando e affrontando al contempo alcune delle questioni più profonde del XXI secolo. Un libro brillante dalla prima all’ultima pagina.» (Paul D. Miller aka DJ Spooky)

laquo;“Ogni parete è una porta” scriveva Ralph Waldo Emerson – ma per comprenderlo occorre spesso una porta vera. In questo libro Ferdinando e Mariano vi guideranno fra stanze piene di esperienze magiche, ognuna delle quali è una porta sulle pareti ordinarie dell’esistenza quotidiana. Entrate e godetevi la visita; poi chiudete il libro è guardatevi intorno: il mondo potrebbe non essere più come prima. “Chi è il disegnatore della magica esperienza dell’Essere?” potreste chiedervi. “Come fa a tirar fuori qualcosa dal cappello del niente?” L’intero universo è una porta, e voi siete entrati.» (Leonardo Lenzi, teologo e blogger)

laquo;Se siete ancora in grado di meravigliarvi, se siete convinti che la realtà sia illusione, se pensate che la magia sia letteratura e che la letteratura sia magia, e infine se avete la sensazione che l’incantamento sia quello che racconta il nostro mondo meglio di qualsiasi cronaca, cosa aspettate a leggere questo libro?» (Loredana Lipperini, giornalista e scrittrice, conduce Fahrenheit su RadioTre)

laquo;Buscema e Tomatis sono moderni mistici in grado di muoversi agilmente attraverso i reami della Scienza, dell’Arte e della Magia, scorgendo meraviglie dietro ogni angolo. La loro missione ispira tutti noi a coltivare curiosità e stupore nella vita quotidiana. Il loro libro è un potente grimorio per fare “hacking” della realtà e offrire agli altri esperienze magiche.» (David Pescovitz, managing partner/co-editor Boing Boing)

laquo;L’arte di stupire è un libro insolito, che attinge a quella stessa energia che muove le stelle e le fa cadere per esaudire i desideri. La paura e l’incertezza diffuse dai media ostacolano il volo dell’Immaginazione. Allo stesso tempo, emergono nuove tecnologie che restituiscono forza e vigore all’immaginario, aprendo strade inedite. “Stupire” è una di queste strade. Stai per imbarcarti in una lettura che ridefinirà il tuo centro e fornirà alla tua esistenza una preziosa bussola. La destinazione? Il tuo “sé” più autentico.» (Kristen Grove, deejay Radio 105)

laquo;L’arte di stupire è un libro difficile da descrivere e da catalogare – ma è favoloso! Mescola magia e dischi volanti, Alternate Reality Games, fenomeni psichici, tecniche pubblicitarie, poesia e marketing. Al centro ci sono applicazioni della meraviglia e dell’incanto al mondo di tutti i giorni, ed è il libro stesso a farli scaturire nel lettore. La sofisticata linea di pensiero degli autori trae spunto da luminari come Eugene Burger, Max Weber, Peter Senge, Charles Fort, Carol Pearson, Umberto Eco, Martin Gardner, H.P. Lovecraft, Muriel Rukeyser e Tzvetan Todorov. Con il suo approccio multidisciplinare, L’arte di stupire viola ogni categoria concettuale, includendo addirittura molti esempi pratici.» (George Hansen, autore di The Trickster and the Paranormal)

laquo;Alle discipline emerse in seno all’Economia delle Esperienze se ne aggiunge una nuova: il Magic Experience Design. Grazie alle abili mani e alle affascinanti menti di Tomatis e Buscema, anche voi potrete progettare esperienze magiche per coinvolgere, incantare e stupire i vostri clienti.» (B. Joseph Pine II, autore di L’economia delle esperienze)

laquo;A condurre Moleskine verso il magic experience design è stata un’attrazione magnetica, che nasce dalla natura stessa di quel che la nostra marca produce: pagine bianche e strumenti per la scrittura che aiutano il pensiero a materializzarsi, dalle prime bozze catturate al volo fino a progetti compiuti. Lavorare su un taccuino è di per sé un’esperienza demiurgica, quasi magica, e in questo Buscema e Tomatis sono perfetti interpreti della nostra marca, stimolando sinapsi inaspettate ed evocando un’aura di magia intorno ai nostri oggetti.» (Giovanni Pesce, International PR & Events Manager, Moleskine)

laquo;Mariano Tomatis è stato il primo al mondo a comprendere che l’arte di creare i cerchi nel grano è parte di ciò che chiamiamo magia.
Ha partecipato alle mie prime performance di circlemaking in Italia ed è stato un grande promotore di questa nuova arte, di cui potrete leggere un’ottima analisi in questo libro. Tra le sue pagine Tomatis e Buscema propongono un approccio fantastico che non mancherà di aprirvi la mente. Attraverso L’arte di stupire coglierete come sia possibile creare magia a partire dalle cose più semplici. Una volta capito questo, non potrete più tornare indietro. Lasciatevi dunque stupire da Mariano e Ferdinando!» (Francesco Grassi, circlemaker, ingegnere elettronico e investigatore di misteri)

Tutto il materiale di questo sito è distribuito con Licenza Creative Commons BY-NC-SA 4.0