Mariano Tomatis

La veggente indecorosa di Lourdes. Storia proibita di Joséphine Albario

Eris Edizioni, Torino 2022

C’è una Lourdes che è stata cancellata dalla storia, fatta di transfemminismo, autodeterminazione dei corpi e lotte per la terra. Dietro alla Lourdes della Vergine Maria e della sua veggente, Bernadette, c’è Joséphine Albario: anche lei ha visto la Madonna, ma al destino della santa ha preferito la libertà delle “cattive ragazze”. Ribelle e non addomesticabile, ha subìto la forzata rimozione del suo nome dalle cronache – ma non per sempre. Lourdes avrebbe potuto svilupparsi in un’infinità di modi diversi e il fantasma di Joséphine può guidarci attraverso quella dimensione da cui originano i possibili, le biforcazioni e le alternative; un altro mondo, insomma.

«Joséphine ha scelto di scomparire, ricordandoci che esiste una molteplicità di vie d’uscita e una favolosa schiera di soggettività oppresse con cui cospirare.»

Mariano Tomatis, La veggente indecorosa di Lourdes. Storia proibita di Joséphine Albario, Eris Edizioni, Torino 2022, 96 pp., B&N (11×17 cm).

Il libro è disponibile · ACQUISTA

L’anticipazione all’Università Roma Tre

L’8 ottobre 2021 l’autore ha anticipato i temi del libro presso l’Università Roma Tre durante la giornata di studi “Selvagge, Selvatiche, Indomabili. Spazi e soggetti dell’inaddomesticato” organizzata nell’ambito del Modulo Territori Marginali del Master Environmental Humanities e del PRIN “Sylva”.

L’altra Lourdes. Esperienze di resistenza alla deriva reazionaria del santuario mariano a partire da Joséphine Albario, la veggente indecorosa e indomabile. Scarica la locandina ad alta risoluzione.

Tutto il materiale di questo sito è distribuito con Licenza Creative Commons BY-NC-SA 4.0