L’invisibile ovunque (Einaudi 2014), l’ultimo libro di Wu Ming, è una riflessione sulla guerra che non disdegna – e anzi, impiega in modo lucido – suggestioni irrazionali, spiazzanti e stuporose. Se contro la follia dei conflitti armati è lecito fingere la pazzia, rifugiarsi nel surrealismo o sparire come gli illusionisti, allora mi sento a casa – io, che da sempre mi occupo di ciarlatanerie ed espressioni teatrali tipiche della cultura più bassa e popolare.

Di qui l’idea che lo sketch dei Monty Python proposto sotto sia un perfetto spin-off del libro. E di qui l’idea di partecipare alla presentazione torinese del libro insieme a Wu Ming 1 ed Enrico Manera: ci vediamo, dunque, mercoledì 24 febbraio alle 18 presso l’aula 1A di Palazzo Nuovo (Torino). L’incontro è organizzato dal Laboratorio autogestito Manituana di via Sant’Ottavio 19 bis, dove la serata proseguirà dalle 20 in avanti.

Cogliendo, tra le pieghe della storia, l’ennesima vicenda di resistenza obliqua alla guerra, sarà l’occasione per raccontare il duello sabotato da Philip Astley (1742-1814) e il geniale trucco che ha adoperato.

Scarica il souvenir della serata: il racconto del duello tratto dal libro di Astley

La marcia su e giù per la piazza

Video tratto da “The Meaning of Life” (1983) dei Monty Python

Sergente Maggiore: Non statevene lì impalati come se non aveste mai visto prima la mano di Dio! Dunque! Oggi marceremo su e giù per la piazza. A meno che qualcuno di voi non abbia nulla di meglio da fare. Per caso qualcuno ritiene di avere qualcosa di meglio da fare di marciare su e giù per la piazza? [Atkinson alza la mano.] Sì? Atkinson? E che cosa vorresti fare, Atkinson?

Atkinson: Beh, se devo essere onesto, Sergente, preferirei essere a casa mia, con mia moglie e i bambini.

SM: Faresti questo?!

Atkinson: Sissignore.

SM: E allora vai, subito. [Atkinson si allontana.] Dunque, a tutti gli altri va bene il mio programma di marciare su e giù per la piazza?

Coles: Sergente...

SM: Sì?

Coles: Io avrei un libro che mi piacerebbe leggere...

SM: Ottimo! Allora vai a leggere il tuo libro! [Coles corre via.] Dunque, a chi resta va bene la mia idea di marciare su e giù per la piazza?

Wycliff: Sergente?

SM: Sì, Wycliff, che c’è?

Wycliff: Beh, io... ehm... veramente... imparare il piano...

SM: “Imparare il piano?!”

Wycliff: Sì, Sergente...

SM: Se ho capito bene vorresti andare a fare un po’ di pratica, è così? Marciare su e giù per la piazza non ti va tanto a genio, non è vero?

Wycliff: Beh...

SM: Vai, allora! Corri! [Rivolgendosi agli altri.] E che ne è di tutti voi? Penso che preferireste essere al cinema...

Reggimento: Oh... sì, forse.

SM: Andateci, allora. [Il reggimento si allontana.] Esercito maledetto! Ma dove andremo a finire?! Su, Sergente, in marcia su e giù per la piazza. Dest, sinist, dest, sinist...